© Webmaster e autore Marco Piana -2016 - Tutto il materiale è di proprietà intellettuale dell’autore - Per l’utilizzo gratuito del materiale contattatemi via mail

La Costa ligure

La Riviera di Ponente

Meno accidentata della riviera levantina, presenta una serie infinita di capi e promontori, inframezzati da ampie baie che prendono il nome di Riviera dei Fiori, delle Palme, del Beigua e del Finalese.Ciascuna baia vanta località di notevole interesse, come Varazze, Noli, Finale, Loano, Albenga, Alassio, Sanremo e Bordighera, solo per fare alcuni nomi. I luoghi più naturali si trovano in corrispondenza dei capi, mentre le spiagge più estese le troviamo in genere nei paesi, da cui traggono benificio a livello economico. Numerosi in questo tratto di costa i porti commerciali e i porticcioli.

Il Mar Ligure

Il Mar Ligure, o mare dei liguri, non bagna solo le due riviere, ma anche una fetta dei litorali toscani, provenzali e corsi.Questo sito si vuole occupare anche di questi tratti di costa, che contengono al loro interno dei gioielli naturalistici, come i lidi selvaggi di Capo Corso e del Desert des Agriates in Corsica, o i parchi naturali del litorale toscano, fino ad arrivare ai lembi scampati dalla cementificazione in Provenza.

La Riviera di Levante

Geograficamente comprende la città di Genova, ma è dai quartieri orientali della Superba che prende fisionomia questo angolo stupendo di costa.I monti si tuffano direttamente in mare, e creano un tratto di riviera piuttosto accidentato, dove i paesi hanno fatto fatica a trovar spazio. Luoghi come Camogli, Portofino, Santa Margherita L. e Rapallo sono diventati luoghi celebri dove far vacanza, ma anche le altri luoghi non sono da meno.In mezzo, alcuni degli angoli più straordinari e protetti, spesso raggiungibili solo a piedi o via mare.

La Costa Azzurra

Era il 1887 quando Stéphen Liégeard coniò il termine Cote d’Azur, per indicare quel tratto di costa che da Hyeres si estendeva fino a Mentone. Da allora luoghi come Monaco, Nizza, Cannes e St. Tropez entrarono di diritto come località esclusive per trascorrere una vacanza.                            Oggi nonostante la massiccia presenza di turisti e di grossi agglomerati urbani, la Costa Azzurra riserva ancora degli angoli da sogno, dove rifugiarsi dal turismo di massa.
VERDEAZZURROLIGURE
© Webmaster e autore Marco Piana - 2016 - Tutto il materiale è di proprietà intelletuale dell’autore - Per l’utilizzo gratuito del materiale contattatemi via mail
VERDEAZZURROLIGURE

La Costa ligure

La Riviera di Ponente

Meno accidentata della riviera levantina, presenta una serie infinita di capi e promontori, inframezzati da ampie baie che prendono il nome di Riviera dei Fiori, delle Palme, del Beigua e del Finalese.Ciascuna baia vanta località di notevole interesse, come Varazze, Noli, Finale, Loano, Albenga, Alassio, Sanremo e Bordighera, solo per fare alcuni nomi. I luoghi più naturali si trovano in corrispondenza dei capi, mentre le spiagge più estese le troviamo in genere nei paesi, da cui traggono benificio a livello economico. Numerosi in questo tratto di costa i porti commerciali e i porticcioli.

Il Mar Ligure

Il Mar Ligure, o mare dei liguri, non bagna solo le due riviere, ma anche una fetta dei litorali toscani, provenzali e corsi.Questo sito si vuole occupare anche di questi tratti di costa, che contengono al loro interno dei gioielli naturalistici, come i lidi selvaggi di Capo Corso e del Desert des Agriates in Corsica, o i parchi naturali del litorale toscano, fino ad arrivare ai lembi scampati dalla cementificazione in Provenza.

La Riviera di Levante

Geograficamente comprende la città di Genova, ma è dai quartieri orientali della Superba che prende fisionomia questo angolo stupendo di costa.I monti si tuffano direttamente in mare, e creano un tratto di riviera piuttosto accidentato, dove i paesi hanno fatto fatica a trovar spazio. Luoghi come Camogli, Portofino, Santa Margherita L. e Rapallo sono diventati luoghi celebri dove far vacanza, ma anche le altri luoghi non sono da meno.In mezzo, alcuni degli angoli più straordinari e protetti, spesso raggiungibili solo a piedi o via mare.

La Costa Azzurra

Era il 1887 quando Stéphen Liégeard coniò il termine Cote d’Azur, per indicare quel tratto di costa che da Hyeres si estendeva fino a Mentone. Da allora luoghi come Monaco, Nizza, Cannes e St. Tropez entrarono di diritto come località esclusive per trascorrere una vacanza.                            Oggi nonostante la massiccia presenza di turisti e di grossi agglomerati urbani, la Costa Azzurra riserva ancora degli angoli da sogno, dove rifugiarsi dal turismo di massa.